Inseminazione Artificiale e Procreazione Assistita

Numero Verde Gratuito per Tutti: 800  11 88 11

Contatti

Magica Bulgaria

La Bulgaria è sicuramente una meta atipica e molto affascinante, un Paese ricco di STORIA ANTICA (i Romani la cosparsero di terme; sono visibili resti ed artefatti dei Traci e dei Romani; fortezze medioevali e reperti risalenti al Primo e Secondo Regno Bulgaro), di TRADIZIONI (avventurarsi tra i villaggi che mantengono intatte le antiche tradizioni, come cento anni fa, può essere un’esperienza emozionante); interessante per la sua ARTE, la sua ARCHITETTURA, gli ANTICHI MONASTERI (sparsi nelle splendide campagne o nel silenzio dei boschi) e TEMPLI (risalenti al IV secolo d.C.), la SPLENDIDA NATURA ancora selvaggia (montagne e foreste sono popolate da orsi, linci, uccelli rari), le ACQUE MINERALI (tutte le specie di acque minerali esistenti in natura si trovano in Bulgaria!) e anche un'attraente destinazione per la cura con fanghi termali e il relax.

Una bellissima costa di spiagge di sabbia dorata sul Mar Nero, montagne splendide dove effettuare escursionismo e sport estremi, campi da golf conosciuti a livello mondiale, stazioni sciistiche -tra cui Bansko, la città che ha ospitato la Coppa del Mondo di Sci nel 2012.

Senza dimenticare le tradizioni legate alle ROSE e la CUCINA TIPICA, semplice ma davvero gustosa e le cantine di vino bulgaro.

Sofia è la capitale della Bulgaria, ma pochi sanno che è la terza città più antica d'Europa, dopo Atene e Roma. I resti della città antica sono tuttora ancora ben visibili. Le città sono piene di vita, con numerose gallerie d'arte, festival, concerti e musei.

La Bulgaria è un paese in forte crescita, ma ancora molto economica e ancora non troppo turistica.

La cattedrale di Alexander Nevsky

Luoghi da visitare

Sofia, la capitale, (Serdica il suo nome antico) è una bellissima città. Sta diventando cosmopolita come una qualsiasi città dell’Europa occidentale. Resterete stupiti dai suoi mille contrasti: palazzi iper - moderni, antiche chiese, monumenti dell’Armata Rossa, moschee ottomane, locali alla moda, una miriade di ristoranti e teatri. Una fervida vita culturale accompagna le sere della capitale, tra musica e spettacoli, dal teatro alla musica classica.

Molto interessante la visita alla cattedrale di Alexander Nevski, spettacolare per la sua imponenza (è la seconda cattedrale più grande di tutta la Penisola Balcanica, dopo la cattedrale di San Sava a Belgrado, quest'ultima considerata la più grande chiesa ortodossa al mondo), una della più grandi cattedrali ortodosse dell'Est nel mondo con una superficie di 3.170 mq. e la capacità di contenere 5.000 persone al suo interno. Fu costruita a memoria dei soldati russi, ucraini, bielorussi e bulgari morti nella guerra russo-turca del 1877-1878. Una parte della cattedrale è riservata al Museo Nazionale d’Arte per l’esposizione di quello che si ritiene la più vasta collezione di icone religiose al mondo. Nella piazza antistante si possono acquistare copie di queste icone realizzate a mano.

Particolarmente interessante la chiesa di San Giorgio, di epoca paleocristiana, considerata il più antico edificio della capitale. Costruita nel IV secolo, venne decorata con affreschi nel X e nel XII secolo; gli affreschi sono stati trovati su tre strati. La cupola è ricoperta da affreschi risalenti al XII-XIV secolo di 22 profeti. Durante il periodo ottomano fu convertita in moschea. Oggi è un museo e si trova circondata dai resti dell'antica Serdica e da un albergo.

Da non perdere la piccola chiesa russa di San Nicola, chiamata anche la Chiesa dei Miracoli, considerata una piccola gemma. Si trova nel pieno centro cittadino ed è suggestiva sia di giorno che di notte. Una tradizione locale invita a scrivere un desiderio o una preghiera su un foglio per imbucarla all'interno della chiesa, dentro ad un'apposita scatola adibita allo scopo.

Molto interessanti il Teatro Nazionale "Ivan Vazov", per la sua grandiosa architettura, che è il più grande ed il più antico teatro della Bulgaria e per la sua posizione privilegiata, è anche uno dei maggiori punti di ritrovo e il Palazzo Nazionale della Cultura, che abbreviato i Bulgari chiamano NDK, uno dei più grandi centri dell'Europa Sud-Orientale per congressi, conferenze, convention, esposizioni di vario genere. In centro città una grande statua poggia su una colonna a 24 metri di altezza: è la statua di Santa Sofia detta anche statua della "Santa Saggezza". Fu realizzata nel 2001 dallo scultore bulgaro Georgi Chapkanov e dall'architetto Stanislav Kostantinov. Le Terme di Sofia sono situate nella zona del centro e furono costruite agli inizi del XX secolo sul sito di preesistenti bagni turchi (Hamam). Il palazzo è in stile secessionista viennese, con influenze bizantine. I bagni furono inaugurati il 13 maggio 1913 e rimasero in funzione fino al 1986.

Fuori dal centro di Sofia, sicuramente da non perdere è la Chiesa di Boyana, nel quartiere di Boyana. E' una piccola chiesa medievale la cui costruzione risale ai secoli X e XI, famosa per gli affreschi che decorano le sue pareti interne. E' stata inserita nella lista dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità fin dal 1979. Chiusa al pubblico per più di due decenni, riaprì i battenti nell'anno 2.000.

In tutto il Paese è possibile visitare decine di monasteri ortodossi, la maggior parte dei quali antichissimi, un tempo culla della cultura e durante la dominazione, ottomana e poi sovietica, rifugio dei tanti militanti della libertà. Il monastero di Rila sorge a più di 1000 metri di altitudine sul massiccio montano di Rila ed è uno dei più antichi e spettacolari per la sua posizione e le ricchezze artistiche che conserva. Risale al X secolo e conserva al suo interno affreschi, icone, intagli di straordinaria bellezza, oltre ad una ricca biblioteca di volumi antichi. Il monastero di Backovo, famoso per le sue icone e le sue opere di oreficeria, è situato sui monti Rodopi su uno scenario mozzafiato, immerso nel silenzio dei boschi. A 10 km dal monastero sorge una fortezza tipica del feudalesimo, la fortezza di Assen, del 1200. Il monastero di Troian è situato sul fiume Cerni Ossam, immerso tra le montagne e le selve secolari. Е’ sempre stato luogo di conservazione della cultura e in seguito rifugio per i rivoluzionari, tra cui Vasil Levski, famoso padre della libertà in Bulgaria.

Sulla costa del Mar Nero, VARNA è chiamata la perla del Mar Nero per la sua bellezza e le sue spiagge dorate. Poco distante dalla città ancora una miriade di monasteri che punteggiano con il loro splendore la costa, alcuni a strapiombo sul mare. PLOVDIV è la seconda città per grandezza, dopo Sofia, un tempo collegava l’Europa orientale ad Istanbul. Presenta molti contrasti : dalle rovine ellenistiche a quelle romane, dalle chiese ortodosse alle moschee; passeggiare per la città vecchia è molto piacevole ed interessante. Е’ una città ricca di storia, scopritela nelle sue viuzze, fermatevi in qualche bar per assaggiare i dolci balcanici, sorseggiare un caffè turco, gustare uno yogurt greco, ascoltare la musica delle orchestrine di strada che fanno ballate tradizionali.

Se amate la natura, non perdetevi una visita alla spettacolare VALLE DELLE ROSE che in primavera è in fiore, nonostante le montagne circostanti siano ancora ammantate di neve. Qui il panorama è mozzafiato e nel periodo della raccolta delle rose – per produrre l’essenza floreale – con ragazze nei costumi tradizionali che ripongono i fiori in enormi ceste, il profumo si sparge in tutta la valle.

Il teatro nazionale "Ivan Vazov"
Il palazzo della cultura

Cose da fare

Soggiornando a Sofia

Il centro di Sofia è piuttosto piccolo da poter essere girato a piedi. Il cuore di Sofia è la piazza Nezavisimost (Piazza Indipendenza, ex Piazza Lenin), chiamata più semplicemente "Largo". Sulla piazza si affaccia il palazzo ove aveva sede il comitato del defunto partito comunista bulgaro, il Palazzo Presidenziale, l'albergo Sheraton e i magazzini TZUM, un tempo a conduzione statale. A Largo confluisce il viale Vitosha che ha inizio dal parco meridionale ed è il corso principale di Sofia.

Shopping

Per lo shopping, Vitosha Boulevard è la via principale dei negozi, con tutte le più grandi e famose marche occidentali. Si possono anche ammirare alcuni dei più bei palazzi di Sofia che si affacciano sul viale; ci sono inoltre numerosi ristoranti e bar. Se passeggiando sentirete il desiderio di un buon caffè espresso, potete andate al Club Lavazza al n° 13 del viale Vitosha. Via Graf Ignatiev è invece la via principale dei negozi bulgari. Curiosa ed interessante è sicuramente una visita al Mercato Locale coperto.

Spettacoli

Se vi piacciono i balletti classici e l'opera lirica, allora potete recarvi al teatro dell'Opera, a pochi metri da Largo. Il Palazzo Nazionale della Cultura, centro congressi e conferenze, con 13 sale, 8 piani più altri 3 ricavati nel sottosuolo e 15.000mq. di superficie, ospita anche numerosi festival cinematografici, concerti e mostre artistiche.

Locali

Passegiando per il centro è davvero bello sedersi all'aperto nei mesi miti, per un cocktail o per un dolce... I ristoranti sono numerossimi e di ogni tipo. Si può mangiare ottimo cibo e spendere poco. La cucina bulgara è ottima e per chi ha nostalgia, si può trovare anche la cucina italiana.

  • "100 Grams of Sweet" in via Tzar Ivan Assen è un piccolo negozio dall'atmosfera accogliente, dove si possono assaporare dolci e cioccolatini fatti a mano.
  • "Art Club Museum" situato vicino al Museo archeologico, con un grande spazio esterno, ottimo per rilassarsi e sorseggiare un drink. Nelle sere d'estate non è facile trovare posto. Ottime insalate, zuppe, numerosi tipi di drinks e cocktails.
  • "Memento" (Vitosha Boulevard 32) sempre pieno in qualsiasi momento del giorno, per caffè e cocktails di ogni tipo ...
  • "Tea House in the Factory" situato in un'area di una vecchia fabbrica, dove vengono serviti oltre 60 tipi di tè. Inoltre ottima cucina vegetariana, menu ayurvedico e deliziose torte, dolci e biscotti fatti in casa. Atmosfera e ambiente magnifici, con musica spesso dal vivo e regolari eventi compresi concerti jazz il venerdì e il sabato sera.
  • "Fancy" cordiale, accogliente e arredato con stile. Il menù è continuamente aggiornato e ogni mese è dedicato ad una nuova cucina (serba, greca, etc.).
  • "Borimechkata" situato nella zona universitaria, grande ristorante in stile tradizionale bulgaro. Vasto menù della cucina tipica bulgara, insalate, carni grigliate, formaggi di pecora e pane fatto in casa. Porzioni molto abbondanti e ottimi prezzi.
  • "Confetti" ristorante con grande giardino. Nel menù tipiche insalate mediterranee, piatti di pesce e carne, pizza e pasta e menù giornaliero consistente in una zuppa e piatto principale a meno di 5 euro.

E per chi avesse nostalgia della cucina italiana ...

  • "La Pastaria" ottima cucina italiana a prezzi ragionevoli e ottimo servizio.
  • "Spaghetti Company" con spazio all'aperto. Ottimo cibo italiano a buoni prezzi. Servizio curato.

Locali notturni

Sofia di notte è davvero bellissima, con monumenti, palazzi, chiese, strade principali illuminate a giorno.... Numerosi sono i locali notturni pieni di giovani con musica dal vivo e serate a tema, con apprezzati dj locali.

Le terme di Sofia
La chiesa di San Giorgio a Sofia

Il clima

Tutte e quattro le stagioni sono davvero belle in Bulgaria.

La primavera è sicuramente uno dei periodi migliori per visitarla, le rose fioriscono nelle vallate e da qui vengono estratte le essenze famose in tutto il mondo. Le estati sono secche e calde. Il Mar Nero è meta di moltissimi turisti, locali ed europei. La città di Varna è chiamata la perla del Mar Nero per la sua bellezza e le sue spiagge dorate. E poi lunghi e piacevoli autunni, caldi e piovosi con inverni miti e nevosi e moltissime opportunità per sciare. Molti turisti europei, specilamente inglesi, tedeschi e russi trascorono la settimana bianca in Bulgaria. Tra le stazioni sciistiche, Bansko è la città che ha ospitato la Coppa del Mondo di Sci nel 2012.

Sofia è visitabile tutto l'anno tenendo presente che il suo clima è di carattere continentale moderato. Gennaio è il mese più freddo con temperature di norma attestate sui -4°. Luglio è il mese più caldo ma pur sempre mitigato dall'altitudine, anche se talvolta il termometro ha impennate fino a 40°.

Sofia di notte

La cucina bulgara

La cucina bulgara è straordinariamente varia e deliziosa.

Pretende di aver dato le radici a molte specialità dei Balcani, ma allo stesso tempo riconosce di aver appreso dall'esperienza dei Paesi confinanti. I piatti sono della tradizione contadina, a base di verdure o carne. Molti dei piatti sono preparati secondo le ricette tradizionali tramandate di generazione in generazione nel corso dei secoli.

Alcuni dei piatti più popolari bulgari sono alla griglia.Tipiche sono le varie insalate e gli stufati serviti spesso in vasi di terracotta, come da tradizione. Il piatto nazionale è la SHOPSKA SALAD, una ricca insalata con cetrioli, pomodori, peperoni, cipolle e prezzemolo, sormontati da formaggio di pecora grattuggiato. Assolutamente da provare, è ottima!

Un altro piatto tipico è il KAVARMA, uno stufato di maiale, con cipolle e funghi e il KEBAPCHETA, carne macinata arrotolata in forma di salsiccia e grigliata. Uno degli antipasti più popolari è il TARATOR, che è una zuppa fredda di cetriolo; si prepara con yogurt, cetrioli, aneto, noci tritate e spezie.

I Bulgari vanno matti per il pane e ne hanno di tutti i tipi, non manca mai sulla loro tavola. Lo YOGURT è buonissimo e per chi non lo sapesse, la Bulgaria è il paese di origine dello yogurt! La bevanda nazionale è il Rajikia, un brandy di uva e prugne, molto apprezzato.

Essere ospiti di un piccolo hotel a gestione familiare è il modo migliore per assaporare la tradizionale cucina bulgara, con cibo fresco e gustoso fatto in casa. Viaggiando per le varie regioni della Bulgaria -sono 28 in tutto- potrete scoprire la cucina tradizionale bulgara in tutte le sue varianti. E se tornando in Italia venisse voglia di cucinare un piatto bulgaro, consigliamo di acquistare le ERBE e le SPEZIE BULGARE, che sono il segreto dell'incantevole gusto e sapore dei piatti bulgari.

Statua di Santa Sofia

La rosa, simbolo della Bulgaria

La Bulgaria è soprannominata "il paese delle rose".

La qualità della ROSA BULGARA è una fra le migliori al mondo. La Valle delle Rose è situata nel centro della Bulgaria ed ha una storia di coltivazione di più di 350 anni. I terreni sono ancora incontaminati e c’è un particolare microclima che rinforza le piante di anno in anno. Si coltiva soprattutto la qualità damascena, nei colori bianco, rosa e rosso. Ogni rosa ha 30 petali, essendo una qualità antica e ha un odore particolarmente persistente.

Secondo la tradizione, la raccolta dei petali avviene il mattino presto, ancora oggi, esclusivamente a mano in cesti di vimini. Da questi fiori viene poi prodotto il relativo olio di rose, di cui nella Valle delle Rose se ne fabbrica circa l'85% di tutto il mondo e viene usato dalle aziende profumiere. Il profumo inebriante delle rose nei mesi di maggio-giugno, durante la fioritura, è un vero risveglio dei sensi. La rosa è simbolo di amore, passione e bellezza. Una leggenda racconta che nei secoli scorsi le donne bulgare ogni venerdì (il giorno di Venere, la dea della bellezza) consumavano solo prodotti a base di rosa per dedicarsi consapevolmente alla propria bellezza in modo naturale!

Il centro di Sofia

Le acque minerali della Bulgaria

Le risorse naturali più preziose della Bulgaria sono rappresentate dall'unicità, la diversità e l'abbondanza di acque minerali idrotermali e balneologiche, di fanghi termali, dal mare e altre risorse di benessere. La Bulgaria è il secondo paese in Europa subito dopo l'Islanda in termini di numero di sorgenti minerali. Qui si trovano tutti i tipi d'acqua minerale esistenti in natura! Le sorgenti sono oltre 1600, tra cui più di 600 sono sorgenti minerali, localizzate principalmente ai piedi delle montagne. Inoltre dozzine di lagune e fonti di fango termale, oltre a giacimenti di torba curativa. L'eccezionale combinazione di mare, montagne ed acque minerali rende la Bulgaria un posto adatto per rinforzare la salute durante tutto l'anno.

Il monastero di Rila

Curiosità

  • BABA MARTA è la più antica e tipica tradizione della Bulgaria, risalendo al IX secolo e si celebra il 1 marzo, mese che secondo la tradizione bulgara segna l'inizio della primavera. In questo giorno quasi l'intera popolazione bulgara regala a parenti e amici una "martenitza". La martenitza è un piccolo ornamento rosso e bianco che viene indossato durante il mese di marzo fino a quando si vede il primo segno della primavera -una cicogna, una rondine o un albero in fiore- e comunque non oltre il 1 aprile. Poi si appende su un albero esprimendo un desiderio. Esistono diversi tipi di martenitza: semplici fili rossi e bianchi, braccialetti o bambole di stoffa, di lana o di cotone. Si usa indossarli sul lato sinistro (dove c'è il cuore) o sul braccio sinistro. Fondamentalmente è un talismano per la buona salute e la lunga vita.
  • Per dire "SI" i Bulgari muovono la testa da sinistra a destra. Per il resto del mondo invece questo movimento significa "NO".
Affreschi del monastero di Rila

Cosa acquistare

Senz'altro l'immancabile essenza di rose. Molti sono i prodotti a base di essenza e di olio di rose.

Il Rjikia, bevanda nazionale, un brandy di uva e prugne, è molto apprezzato.

Copie di icone antiche realizzate a mano, che si trovano soprattutto nei pressi della Cattedrale Alexander Nevsky; tessuti tipici, merletti, tovaglie ricamate, cuoio e oggetti di pelletteria, oggetti in legno intagliato, bambole fatte a mano con costumi folkloristici.

La moneta locale

La moneta locale è il LEV Bulgaro (BGN). Il Lev è legato all'Euro al cambio fisso di 1 Euro = 1,95583 BGN. Potete cambiare gli Euro in Lev all'aeroporto, dove si trova un piccolo ufficio cambio e non sono dovute commissioni; altrimenti in una delle numerose banche in centro a Sofia oppure alla reception dell'hotel.

Fuso orario

Differenza con l'Italia: + 1 ora.

Altre informazioni

PAESE EUROPEO: la Bulgaria è uno Stato Membro dell'Unione Europea, con ingresso in data 01 gennaio 2007.

LINGUE PARLATE: la lingua ufficiale è il bulgaro, una lingua slava molto simile al russo. L'inglese è parlato dappertutto; il russo, il tedesco e il francese sono molto parlati.

ALFABETO CIRILLICO: la lingua bulgara è scritta con caratteri cirillici. L'alfabeto cirillico è il terzo alfabeto ufficiale dell'Unione Europea ed è l'alfabeto usato per scrivere vare lingue slave.

RELIGIONE: la maggior parte dei Bulgari (più dell'80%) è fedele alla Chiesa Ortodossa Bulgara, fondata nell'870. Le religioni cattolica, musulmana e protestante costituiscono la minoranza.

CARTA DI CREDITO: il pagamento con carte di credito non è molto popolare in Bulgaria. La maggior parte degli hotels accetta VISA, Master Card o American Express, talvolta con l'addebito di una commissione.

TRAVEL CHEQUES: si sconsiglia l'utilizzo date le lungaggini burocratiche per la loro riscossione bancaria, nonchè il pagamento di commissioni d’ufficio piuttosto consistenti.

INTERNATIONAL BANCOMAT: gli sportelli si trovano facilmente in centro ed è sicuramente il modo più facile per avere contanti in Bulgaria.

WI-FI: Sono molte le aree del centro coperte da wireless internet, gratuito.

CORRENTE ELETTRICA: 220V, 50 Hz. La tensione elettrica è la stessa dell'Italia e la presa di corrente ( del tipo alla tedesca) accetta anche la spine elettriche italiane. Per esempio, il caricabatteria del telefonino può essere tranquillamente inserito in una presa di corrente bulgara, come anche l'alimentatore del computer.

NUMERI DI TELEFONO UTILI: Polizia 166; Emergenza Medica 150.

800  11 88 11

Chiama il NUMERO VERDE negli orari indicati e chiedi tutte le informazioni di cui hai bisogno. Se chiami fuori orario, puoi lasciare il tuo recapito in segreteria; ti richiameremo noi.